Parliamone...

Parliamone...


• Apr. 29, 2006 - Perchè Rita Borsellino...

 

 

Sento dire in giro, tra coloro che si oppongono alla candidatura di Rita Borsellino, che è una persona poco adatta alla carica per la quale è candidata. Costoro sostengono che la Borsellino, malgrado il nome che porta e malgrado il suo impegno in varie associazioni a sostegno della legalità, non abbia quella esperienza politica tale da poter presiedere la Regione Sicilia.

E' vero, Rita Borsellino non è un politico, o almeno non come siamo abituati ad immaginarlo. E forse questa è la sua più grande forza. Finalmente la Sicilia ha l'opportunità di cambiare veramente e di sganciarsi da quei meccanismi clientelistici che fino ad oggi ne hanno condizionato la politica.

Ed il programma? Sarà capace di mettere su un programma all'altezza delle esigenze della nostra terra? La Borsellino sta facendo anche di più, ha messo su dei cantieri per la formazione del programma ai quali chiunque può contribuire. I cantieri sono stati pensati come luogo di ascolto dei bisogni e delle idee, per favorire il coinvolgimento di tutti nel delineare il futuro della nostra regione. Espressione altissima di democrazia, i cantieri permetteranno di dare risalto a tutte le realtà regionali, anche quelle che spesso vengono sottovalutate. E anche la comunità di internet svolge un ruolo importante grazie alla creazione dei cantieri virtuali.

Io mi fido!

Commenti (0) :: Invia un commento! :: Link

• Apr. 23, 2006 - L' Italia riparte dalla Sicilia

 

Continuo a sostenere la candidatura di Rita Borsellino alla presidenza della Regione Siciliana, e traggo spunto da quanto scrive oggi Beppe Grillo sul suo blog:

 

"L'Italia non cambierà fino a quando la Sicilia non cambierà.
Oggi l'Italia ha una grande opportunità, una grande persona: Rita Borsellino, per la presidenza della Regione Sicilia. Rita dà fastidio a destra e forse soprattutto a sinistra.
Invito chi mi conosce, chi crede in un nuovo Rinascimento italiano, chiunque voglia un vero cambiamento in questo Paese ad appoggiarla pubblicamente".

 

Il passato della Sicilia è irrimediabilmente legato alla mafia e Totò Cuffaro rappresenta il passato. Bisogna dare un'immagine nuova alla Sicilia e solo Rita Borsellino, con tutto ciò che rappresenta, può offrire un futuro diverso alla Sicilia.

Vorrei fare dunque un appello ai Siciliani: il 28 maggio si vota per le regionali... siamo in pienissima campagna elettorale e certi politici stanno promettendo la luna. DIFFIDATENE! Quando il politico xxx viene ad offrirvi la mera possibilità di un posto di lavoro, ricordatevi che sta promettendo la stessa cosa a centinaia di persone. E in ogni caso questo si chiama clientelismo...  e nel clientelismo la mafia ha le sue radici. Vogliamo una sicilia "pulità"? Bene, cerchiamo di essere coerenti.

Per concludere vi linko un video su Totò Cuffaro...

 

VIDEO: http://video.google.com/videoplay?docid=-6497629834179486168&q=cuffaro&pl=true

 

...Sergio Di Mariano

Commenti (2) :: Invia un commento! :: Link

• Apr. 22, 2006 - Il male necessario

 

 

Perchè esiste il male? E se c'è un Dio perchè permette che certe cose accadano? Sono domande che tutti ci siamo posti almeno una volta nella vita.

Non pretendo di approfondire un argomento simile, ma mi sono appena imbattuto in una riflessione di un grande pensatore indiano (Osho) e vorrei citarla sul mio blog:

 

"...Vedi forse le stelle, durante il giorno? Esistono, ma tu non le puoi vedere. Per vederle, hai bisogno del buio della notte: più la notte è scura più le stelle risplendono. La notte riluce di milioni di stelle perché le tenebre permettono loro di risplendere. Potresti dire che quell'oscurità è nemica delle stelle? No, le mette in evidenza, le nutre. Perciò non dividere l'esistenza in buoni e cattivi, bene e male, brutto e bello, scuro e luminoso; l'esistenza è una sola, uno serve l'altro come due attori nella stessa commedia. Ma alla fine, ricorda, è sempre il bene che trionfa, Gesù è di gran lunga più grande dei suoi assassini, Socrate supera i suoi avvelenatori e basta una stella per mettere in secondo piano un'immensa oscurità. Le persone che uccisero Gesù, che avvelenarono Socrate, che massacrarono Mansur aiutarono il loro lavoro, di fatto servirono la loro causa e resero immortali i loro nomi. Il bene è infinito, il male è solo una parte, una parte minuscola, intrinseca, necessaria, inevitabile, ma pur sempre una piccola parte al servizio del bene..."

Commenti (0) :: Invia un commento! :: Link

• Apr. 20, 2006 - Se solo fosse vero

 

Ieri sono andato al cinema a vedere "Se solo fosse vero", un film tratto dal romanzo dello scrittore francese Marc Levy. Si tratta di una commedia romantico-paranormale in stile "Ghost", ma sicuramente con maggiori contenuti.

Il protagonista maschile del film è costretto a dover condividere il nuovo appartamento col fantasma di una ragazza di cui presto si innamora. A differenza di Ghost però, la ragazza non è ancora morta ma si trova in uno stato di coma profondo a causa di un incidente. Sarà allora necessario trovare il modo di aiutarla a risvegliarsi prima che i medici "stacchino la spina".

Malgrado si parli di animismo e si sfiori un tema importante come quello dell'eutanasia, il film riesce ad essere sempre divertente e vivace, senza sfociare mai nel patetico o in sentimentalismi eccessivi.

Un film gradevole che consiglio a tutti.

 

Sergio Di Mariano

Commenti (0) :: Invia un commento! :: Link

• Apr. 18, 2006 - Un senso

E' strano, ma certe volte un piccolo dettaglio ci suscita riflessioni veramente profonde. Le mie partono da una canzone di Ligabue (Freccia), anzi da una frase: "Credo che non sia tutto qui, però prima di credere in qualcos'altro bisogna fare i conti con quello che c'è qua, e allora mi sa che crederò prima o poi in qualche Dio".

Così, di scatto, il pensierò va subito alla mia religiosità. E' appena trascorsa la Pasqua e anche quest'anno non sono andato alle funzioni pasquali. Non sono andato neanche a quelle natalizie se è per questo. A ben pensarci è un po' che non vado proprio a messa. Eppure non metto in dubbio la mia religiosità, malgrado tentenna un po' la mia fiducia nelle Istituzioni Cattoliche.

Diciamo che in questo momento credo più ad un Primo Motore Immobile.

Penso che la ragione di questa mia crisi religiosa sia dovuta ad un periodo di tranquillità, un periodo in cui non mi serve nient'altro di quello che posso procurarmi con le mie sole forze. In questo momento non ho bisogno di pregare.

Ecco, tutto ciò è indubbiamente ipocrita, però è così... Che senso ha aggrapparsi ad un Dio per conforto, per credere "che non sia tutto qui"? Sembra uno scambio politico tra uomo e Dio...  "senti Dio, io vengo a darti il voto ogni domenica, tu fammi avere un buon posto di lavoro e soprattutto la salute".  Beh, io il posto di lavoro non lo vado a chiedere ai politici, me lo trovo da me (se ci riesco).

Però bisogna pur trovare un senso, altrimenti siamo solo polvere. La domanda allora è... cosa posso fare di utile? Bisogna trovare un senso...

 

Sergio Di Mariano

Commenti (0) :: Invia un commento! :: Link

Sergio Di Mariano

Scrivimi

          
 

 

 

 

 

Facciamoci sentire! Diciamo la nostra su tutto ciò che ci avviene intorno, dalla politica allo sport, dalla cronaca allo spettacolo. Parliamone...

Links

Home
Il mio profilo
Archivi
Amici
EMERGENCY



«  May 2017  »
MonTueWedThuFriSatSun
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031 

Friends

Page 2 di 3
Ultima pagina | Prossima pagina