IRAQ – Armi di distruzione di massa? Forse le hanno usate gli americani!

Orami dovrebbe essere chiaro a tutti che la guerra in Iraq è stata una guerra sbagliata. La guerra è iniziata con la scusa delle armi di distruzione di massa di cui Saddam Hussein sarebbe stato in possesso. Scusate, ci siamo sbagliati, le armi di distruzione di massa non c’erano…  vabbè capita a tutti di sbagliare.

Però la guerra in Iraq aveva comunque un senso, quello di liberare questo popolo dalla Tirannia di Saddam. Il popolo iracheno avrebbe accolto a braccia aperte i soldati americani che venivano a liberarli. Beh, anche questa previsione era sbagliata, gli iracheni vedono gli americani come degli occupanti, continuano gli attentati contro i soldati della coalizione, e i nostri soldati continuano a cadere. Questa settimana ben quattro soldati italiani hanno perso la vita in Iraq.

Adesso apprendo casualmente che in Iraq le armi di distruzione di massa sono state utilizzate, ma dagli americani! Pare che i soldati americani a Fallujah e a Nassiriya abbiano utilizzato il fosforo bianco, un arma devastante e proibita! Il fosforo bianco, a contatto con l’aria e con composti contenenti acqua, produce acido fosforico e, a causa del calore prodotto dalla reazione, si autoincendia. Il contatto con l’uomo è devastante poichè il composto, dopo aver provocato gravi ustioni, scioglie la parte restante del tessuto molle. Il risultato è la distruzione completa del tessuto organico. Tecnicamente non si può parlare di arma di distruzione di massa a causa della portata limitata, ma nel raggio di 150 metri il suo effetto è micidiale.

Il composto viene utilizzato nelle bombe incendiarie al fosforo le quali, secondo le convenzioni internazionali, possono essere utilizzate solamente a scopo di illuminazione, per spaventare o per nascondere le proprie truppe. Alle citate convenzioni però, gli USA non hanno aderito.
La notizia dell’utilizzo del fosforo bianco è venuta fuori a novembre 2005, quando Rainews24 ha messo su un’inchiesta. Ma di questo scandalo non si è sentito più parlare, la cosa è stata messa completamente a tacere. Il fatto però è estremamente grave dato che i soldati USA hanno utilizzato il fosforo bianco nelle città, facendo una strage di civili. I testimoni raccontano di aver visto una pioggia di sostanze incendiarie di vario colore che, quando colpivano, bruciavano le persone e anche quelli che non venivano colpiti avevano difficoltà a respirare. Le persone che venivano portate negli ospedali avevano la pelle che cadeva a brandelli perchè era completamente bruciata. E dopo tutto questo ci aspettiamo che gli iracheni ci mostrino riconoscenza?

Adesso l’attenzione si sta  spostando in Iran. Stavolta pare sia vero che il governo iraniano sta arricchendo l’uranio per costruire ordigni nucleari. La situazione è precaria e la crisi potrebbe sfociare in una nuova guerra. Ma gli USA non hanno anche loro ordigni nucleari? Perchè loro li possono avere e l’Iran no? Tral’altro diversi ordigni nucleari si trovano in due basi americane in Italia (Ghedi Torre-Brescia e Aviano-Pordenone). Proprio noi italiani, che abbiamo detto no al nucleare, dobbiamo tenerci in casa gli ordigni statunitensi.

Così va il mondo, prepariamoci ad una nuova guerra (che mi auguro che non ci sarà).

 

Sergio Di Mariano

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.